San Castrese

Comunità Parrocchiale | Marano di Napoli

Sulla cura della casa comune

In larga parte è l’uomo che prende a schiaffi la natura, continuamente. Noi ci siamo un po’ impadroniti della natura, della sorella terra, della madre terra. Un vecchio contadino una volta mi ha detto: ‘Dio perdona sempre, noi gli uomini – perdoniamo alcune volte, la natura non perdona mai’, se tu la prendi a schiaffi lei lo fa a sua volta. Credo che noi abbiamo sfruttato troppo la natura“.  — Papa Francesco

Laudato si' - Enciclica sulla cura della casa comune

Copertina della lettera di papa Francesco Laudato si’ – Enciclica sulla cura della casa comune

La seconda enciclica del pontificato di papa Francesco – Laudato si’ –  è dedicata al tema dell’ecologia, ma soprattutto all’economia che la determina e detta le condizioni dello sviluppo dei popoli. Ed è proprio per tale ragione che questa coraggiosa enciclica, analizzando e denunciando l’operato dell’uomo sulla custodia della casa comune, diventa testo di riferimento per il progresso etico e di fede di ogni uomo.

Constatatane l’enorme portata, specie in un territorio martoriato come quello a Nord di Napoli, la nostra Comunità ha organizzato un ciclo di quattro incontri subito dopo la festa patronale del primo settembre. Di seguito il programma.

1 – Presa di coscienza
2 settembre, ore 19
“L’obiettivo non è di raccogliere informazioni o saziare la nostra curiosità, ma di prendere dolorosa coscienza, osare trasformare in sofferenza personale quello che accade al mondo, e così riconoscere qual è il contributo che ciascuno può portare.”

2 – La situazione attuale
3 settembre, ore 19
Il punto sulla situazione attuale nel mondo, ma soprattutto nel angolo di mondo dove ci è dato vivere. Parteciperà all’incontro un membro del comitato ‘Terra dei Fuochi’.

3 – I temi portanti
4 settembre, ore 19
L’intima relazione tra i poveri e la fragilità del pianeta. La convinzione che tutto nel mondo è intimamente connesso. La critica al nuovo paradigma e alle forme di potere che derivano dalla tecnologia. L’invito a cercare altri modi di intendere l’economia e il progresso. Il valore proprio di ogni creatura. Il senso umano dell’ecologia. La necessità di dibattiti sinceri e onesti. La grave responsabilità della politica internazionale e locale. La cultura dello scarto. La proposta di un nuovo stile di vita.

4 – Cosa posso fare io?
7 settembre, ore 19
Alcuni obbiettivi pratici in questo anno, come singoli cittadini del mondo e come Comunità di san Castrese, di Marano e Napoli: Un altro stile di vita – Educare all’alleanza umanità-ambiente – Conversione ecologica – Gioia e pace – Amore civile e politico – Segni sacramentali e riposo celebrativo – Trinità e creature – La Regina del creato – Al di là del sole.

“Vorrei chiedere, per favore, a tutti coloro che occupano ruoli di responsabilità in ambito economico, politico o sociale, a tutti gli uomini e le donne di buona volontà: siamo ‘custodi’ della creazione, del disegno di Dio iscritto nella natura, custodi dell’altro, dell’ambiente; non lasciamo che segni di distruzione e di morte accompagnino il cammino di questo nostro mondo!” — Papa Francesco

Ricordiamo che è possibile leggere l’enciclica direttamente dal sito della Santa Sede, acquistarne una copia (digitale o cartacea) online da siti come Amazon o presso una delle librerie (cattoliche) del territorio tipo Shalom di Marano di Napoli.

Taggata come: , , , ,

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.