San Castrese

Comunità Parrocchiale | Marano di Napoli

Presepe vivente di Casarlano. 30 dicembre il pellegrinaggio

30 dicembre 2018 visita-pellegrinaggio al presepe vivente di Casarlano, unico e suggestivo paesino della penisola sorrentina  per contemplare il mistero del Natale.

La Comunità parrocchiale di Casarlano, a partire dal mese di ottobre, progetta e costruisce un caratteristico Presepe Vivente che quest’anno giunge alla XI edizione. Una vera e propria opera d’arte che viene definita “la Betlemme di Sorrento” che richiama migliaia di pellegrini, turisti e visitatori della Penisola e non solo.

 

presepe-casarlano-18

Programma

Partenza da Via F. Baracca ore 14:30. Arrivo previsto a Casarlano (BN) ore 16:00.
Partenza per Marano di Napoli alle ore 21:30.
Arrivo previsto: ore 23:00.

Informazioni e quote

Quota complessiva: 15,00 €               

Quota di iscrizione da versare alla prenotazione in segreteria: 5,00 € (vale come acconto e non potrà essere restituito in caso di rinuncia).

La quota complessiva comprende: trasferimenti in pullman privato per tutto il pellegrinaggio; ingresso; accompagnamento pastorale e assistenza tecnica.

Documenti: per i cittadini italiani è sufficiente la carta d’identità o altro documento legalmente valido.

Cena-colazione al sacco.

Per altre informazioni: 081 742 0502 (preferibilmente dal lun ~ ven dalle 17:30 alle 19:30).

presepe casarlano 18

Visita-Pellegrinaggio

Lungo l’itinerario del presepe che circonda la splendida ed antica chiesa, si possono ammirare sia caratteristici agrumeti, vigneti e uliveti dei fondi rustici sia luoghi di notevole valore storico come l’antico convento dei padri domenicani e la cosiddetta “terra santa” sottostante la chiesa. Il presepe mostra il suo centro nel piazzale interno del complesso parrocchiale, ma si estende artisticamente negli altri scenari contigui.

I maestri della comunità, profondendo passione ed ingegno, realizzano ogni anno dal nulla un vero e proprio villaggio contadino il cui cuore è la scena della natività di Gesù.

Circa trecento figuranti contribuiscono a creare una suggestiva e serena atmosfera natalizia che viene avvertita da tutti con grande stupore.

Il presepe esprime innanzitutto il messaggio cristiano del natale del Signore, ma ha come sfondo la rivisitazione di antichi mestieri ed alcune usanze che un tempo non lontano scandivano la vita della nostra campagna.Arrivati davanti alla Natività, si avverte tutta la meraviglia che guidò san Francesco nella notte di Natale del 1223 a Greccio, quando desiderò mettere in scena il primo presepe vivente, invitando a contemplare il Signore fattosi Bambino.

Con questa rappresentazione – spiega la comunità – vogliamo augurare a tutti i nostri ospiti un santo Natale. La luce splendida apparsa a Betlemme rischiari le nostre strade con la certezza che l’Emmanuele è il Dio con noi.

Fonte: https://www.parrocchiadicasarlano.it

Taggata come: , ,

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.